Ruolo dei piccoli comuni: se ne è parlato in una iniziativa PD

Ruolo dei piccoli comuni: se ne è parlato in una iniziativa Pd A Taverna anche i parlamentari Enrico Borghi, presidente dell’Uncem nazionale, Enza Bruno Bossio, Nicodemo Oliverio ed il consigliere regionale Tonino Scalzo.

Ancora una volta la bella Sala Consiliare del comune di Taverna ha ospitato una manifestazione, questa volta politica, che per circa due ore ha interessato un numeroso e attento pubblico di semplici cittadini, molti provenienti dai paesi vicini e dirigenti di partito. L’iniziativa voluta dal locale circolo del PD è stata incentrata sul ruolo dei piccoli comuni e delle aree interne. Al tavolo della presidenza i parlamentari PD, Enrico Borghi, presidente dell’Uncem nazionale, Enza Bruno Bossio, Nicodemo Oliverio ed il consigliere regionale Tonino Scalzo. A dettare i tempi Pasqualino Mancuso, componente l’Assemblea nazionale del Partito Democratico. Assente giustificato, dell’ultima ora, il Governatore Mario Oliverio a Roma presso il Cipe con la fondata speranza dello sblocco definitivo dell’affaire statale 106. Ad aprire il dibattito Sebastiano Tarantino, Sindaco di Tavertna, che dopo i saluti e ringraziamenti di rito è entrato nel merito dei temi elettorali sottolineando la vicinanza al territorio degli eletti presenti. Ma invitando anche gli esponenti del PD a illustrare quanto realizzato sia a livello nazionale che regionale. Mario Talarico, primo cittadino di Carlopoli, si è soffermato su Scuola, manifatturiero e zone interne. Il sindaco di Sellia, Davide Zicchinella, ha sottolineato i perché di questo assalto al partito di Renzi e le “disfunzioni” dei fondi FAS utilizzati dai governi di centro-destra per pagare le multe delle quote latte. Alessandro Falvo , Sindaco di Cicala, si è anche lui occupato dei finanziamenti , 200 milioni, per la Scuola e dei 176 per il sistema idrogeologico. E’ toccato ad Enza Bruno Bossio occuparsi della Legge che riguarda i comuni sotto i 5000 ab., in Calabria 318 su 409, ancora sulla 106 con lavori aggiudicati da dieci anni e mai iniziati. Altri temi bollette luce, cuneo fiscale, contratti chiusi e precariato. Tonino Scalzo invita a fare una politica ragionata senza lasciarsi coinvolgere in quella sterile e urlata. Rimarca il ruolo del Ministro Martina e di Nicodemo Oliverio per lo sviluppo dell’agricoltura nazionale e locale. Da medico non si poteva esimere di parlare di vaccini con la Calabria seconda regione con una legge ad hoc dopo l’Emilia. Anche Oliverio si è soffermato sul tema della serata, precisando che in Italia i piccoli centri sono 5565 per 10 milioni di ab. No al ponte sullo Stretto, si all’adeguamento della viabilità interna. Spazio per il reddito d’ inclusione e ovviamente, per il suo ruolo di capo gruppo in commissione agricoltura, piano vinicolo, agrumicolo e etichettatura dei prodotti agricolo-alimentare. Nel concludere l’interessante iniziativa l’On. Borghi ha pronunziato una serie convinti di No: al silenzio su quanto realizzato; al fatto che tutti i partiti siano uguali; al qualunquismo imperante e all’accerchiamento del PD. Ma ha ricordato anche i 200 milioni per la Banda Larga e i 160 per i piccoli comuni. Ha messo in guardia per la trappola della flat tax e invitato gli indecisi a rompere gli indugi.
Be Sociable, Share!
  • Twitter
  • Facebook
  • email
  • LinkedIn